Occitania: passeggiando per Albi

La “Ville rouge” del sud-ovest della Francia fa parte della rete Mirabilia tra le città europee patrimonio dell’umanità protetto dall’Unesco. Il Museo Toulouse-Lautrec. I ponti sul Tarn e il ricchissimo mercato coperto

Testo e foto: Richard Brütting

5-Picconaio nel centro storico.1bis

Albi – Le tortuose vie pedonali della capitale del dipartimento del Tarn a ogni angolo offrono nuove sorprese: nella Città episcopale, Patrimonio dell’umanità protetto dall’Unesco, tutto è incentrato sulla maestosa cattedrale di Santa Cecilia. Di fronte a questo monumento religioso si erge il palazzo immenso della Berbie. Tutto il complesso è in mattoni rossi. Dà l’impressione di essere una fortezza. Un tempo sede vescovile, custodisce oggi più di mille opere di Henri de Toulouse-Lautrec, la più vasta collezione al mondo del famoso pittore. La collegiata Saint-Salvi riunisce elementi del romanico e del gotico. Il tranquillo giardino del chiostro, dove crescono piante officinali, invita ad una sosta rilassante.

Nel dipartimento del Tarn, tutti i piatti che ho assaggiato sono stati di squisita delicatezza. Menziono alcune specialità della zona: carne e confit di anatra, piccioni, aglio rosa di Lautrec, eleganti vini bianchi, rossi e spumanti di Gaillac. Il mercato coperto di Albi, l’eldorado dei buongustai, mi è molto piaciuto. La costruzione triangolare di ferro, realizzata tra il 1901 e il 1905 da André Michelin, mi ha molto impressionato, come anche le pareti a graticcio delle case medievali e lo spettacolo di luce dei ponti, soprattutto al tramonto del sole.

Un ottimo alloggio nel centro d’Albi è offerto da “L’autre Rive”, lussuosa villa a dieci minuti dalla Città episcopale. Con raffinatezza e fantasia cosmopolita, Isabelle Martial ha attrezzato cinque camere a temi. – Chi preferisce un soggiorno calmo nei dintorni d’Albi può vivere al “Domaine du Buc” (a 12 km d’Albi), palazzo del Seicento, rinnovato in stile fine Ottocento. L’ospite otterrà tutte le comodità – secondo la filosofia dei proprietari, eccetto la televisione!

 

Leggere anche:

Mirabilia: città e territori per emozioni di viaggio

I due volti della cattedrale d‘Albi

Informazioni utili:

Mirabilia – Meravigliarsi viaggiando in luoghi che promettono e mantengono bellezze riconosciute dall’Unesco. La “Ville rouge” fa parte della rete tra le città europee patrimonio dell’umanità.

Camera di Commercio del Tarn   CCI TARN    www.tarn.cci.fr

Mirabilia – European Network of Unesco Sites        www.mirabilianetwork.eu

Domaine du Buc    Maison d’hôtes de charme
Marssac sur Tarn   www.domainedubuc.com

L’autre Rive   Maison d’hôtes design
Albi    www.lautrerives.com

Pubblicato il 13-11-2017

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: , , ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti