Antibes: vacanze natura con un tocco di eleganza

L’affascinante località della Costa Azzurra è un concentrato di bellezze naturali, di profumi al gelsomino e alla malva selvatica. Sulle orme dei delfini nel Santuario Pelagos

Elvira D’Ippoliti

Juan-les-Pins: Hotel Belles Vues TiDPress

Juan-les-Pins: Hotel Belles Vues TiDPress

Sulla terrazza del Museo Picasso  TiDPress

Sulla terrazza del Museo Picasso TiDPress

Antibes – Perché non ascoltare la versione dei delfini? Oltre a vedere quella di Picasso. Ad Antibes sulla Costa Azzurra il nostro stile di vita si arricchisce di esperienze e di bellezze entusiasmanti. In mare aperto, a bordo di una barca capitanata da un esperto di mammiferi marini, si possono seguire le nuotate dei delfini nel Santuario Pelagos tra le Alpi Marittime e il Var. Lo yacht di 16 metri è attrezzato anche per realizzare il sogno di immergersi in mare per un incontro più ravvicinato o per godersi più semplicemente il sole che si specchia nel blu di questo mare dalle tonalità incredibilmente brillanti. Antibes è anche “all’asciutto” un luogo affascinante. Grande quanto basta per offrire la presenza di un museo importante come quello dedicato a Picasso (con vista mare) e stradine minuscole dove perdersi tra tanti deliziosi particolari che denotano la cura che gli abitanti riservano all’esterno delle case. Tante anche le botteghe artigiane nelle quali fare acquisti, aggiungendoli a quelli fatti di mattina nel mercato provenzale, nel quale è impossibile non comprare la lavanda.

Emozionali passeggiate con vista si possono fare intorno alla fortezza il Fort Carré. Si cammina immersi nei profumi del Mediterraneo, guardando la bellezza degli ulivi, dei lecci e dei tanti gelsomini, di malva selvatica e campanule. Il piacevolmente ventoso sentiero di Tire-Poil si trova all’estremo sud di Cap d’Antibes. Basta indossare delle scarpe comode, lasciarsi alle spalle (si parte dal parcheggio di avenue André Sella) il centro abitato per trovarsi a tu per tu con il rumore del mare, del vento e l’allegro stridio dei gabbiani. Leggermente più impegnativa è invece la salita verso l’altopiano de La Garoupe, ma la vista da qui è talmente bella e coinvolgente che la fatica sparirà subito. Per rendere invece indimenticabile per un bambino un soggiorno ad Antibes, si può programmare una giornata nella Kid’s Island. Qui si vivono ore a stretto contatto con la quotidianità di molti, simpaticissimi animali che sono sempre disposti a farsi coccolare dai più piccoli.

Sulle orme dei delfini Foto  www.antibesjuanlespins.com

Sulle orme dei delfini  www.antibesjuanlespins.com

Ad Antibes si va anche per vivere l’atmosfera più autentica della Costa Azzurra tra cibi raffinati, tranquille passeggiate ad alto contenuto di emozioni e sport acquatici come lo sci d’acqua, da praticare in piena sicurezza a Cap d’Antibes. E per chi vuole aggiungere quel dettaglio chic a una giornata già perfetta c’è l’aperitivo nel bar Fitzgerald nell’Hotel Belles Rives a Juan les Pins. Ai tempi dell’autore di “Tenera è la notte” questo hotel era una villa privata. Lo scrittore e la moglie Zelda vi hanno abitato e organizzato mitiche feste. L’arredamento è quello originale Déco, rimasto invariato quando la villa con l’aggiunta di un’ala è stata trasformata in elegante hotel.

Tutte le informazioni con la possibilità di prenotare direttamente le esperienze in mare su:
www.antibesjuanlespins.com/it

Pubblicato il 09-07-2020

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti







Regioni d’Europa