L’8 novembre la terza edizione del Festival “La Roma Russa”

TiDPress

La nomina dei candidati al premio del festival internazionale, personalità che promuovono la cultura russa all’estero. La cerimonia di consegna a Roma (Palazzo Poli)

Festival-Roma-Russa5Roma – A metà dell’Ottocento nella Sala Dante di Palazzo Poli , su invito della Principessa Zinaida Volkonskaya che qui teneva un “Salotto letterario russo”,si incontravano scrittori, pittori, scultori russi, italiani, francesi, inglesi. Il Festival internazionale di culturale “La Roma Russa” si è tenuto per la prima volta nel novembre 2017. L’idea è dello scrittore russo Vladimir Torin. Lo scopo è quello di gettare ponti culturali tra la Russia e l’Europa e di premiare gli artisti e gli studiosi che favoriscono la promozione della cultura russa all’estero.

Il premio del Festival “La Roma Russa” è una statuetta in marmo designata dallo scultore Aleksandr Rukavishnikov.
Nel 2019, per la categoria “Musica”, sono nominati: la cantante lirica Svetlana Kasian, il contrabbassista Andrey e il pianista Michail Ivanov (“I fratelli Ivanov”), il violinista Michail Bezverchnij, la pianista Yuliya Ciaplina e il direttore d’orchestra Michail Kaz.
Per la categoria “Letteratura” sono nominati: gli scrittori Aleksej Varlamov, Leonid Yusefovic, Vladimir Ronin (autore di trattati sull’emigrazione russa), la giornalista e l’autrice del volume “Là dove s’inventano i sogni. Donne di Russia” Margherita Belgiojoso, l’editrice e redattrice della rivista “Lettres Russes” Iren Sokologorski, l’organizzatrice dei salotti di libri russi a Parigi Inna Merkulova, l’autore del libro “Arte russa informale dal disgelo ai giorni nostri” Igor Sokologorski.
Per la categoria “Arti visive” sono nominati: la direttrice dei Musei Vaticani Barbara Jatta, la direttrice della Galleria Tretjakov Zelfira Tregulova, il pittore Grisha Bruskin, la consigliere per l’arte russa della London Gallery Tate Modern Tatiana Sidlina, lo storico dell’arte russa Arkadij Ippolitov.
Per la categoria “Arte teatrale” sono nominati Apeksha Bchattaciaria, la prima ballerina indiana сhe promuove il balletto russo in India, il produttore di balletti Daniele Cipriani, il primo solista dell’corpo di ballo del Teatro Bolshoi di Mosca Jacopo Tissi, il regista teatrale Lev Dodin ed il direttore artistico del Teatro dell’Opera Reale di Mascat (nell’Oman) Umberto Fanni.
Per la categoria “Traduzione” sono nominati alcuni traduttori in inglese, italiano, francese e lingua ceca dei classici della letteratura russa.
Per la categoria “Mecenatismo” sono nominate la Fondazione di Beneficenza “Arte, scienza e sport” di Alisher Usmanov ed il presidente di Banca Intesa Russia e dell’Associazione “Conoscere Eurasia” Antonio Fallico.

Per la premiazione dell’8 novembre è previsto un programma artistico di altissimo livello. La Sala Dante di Palazzo Poli si affaccia sulla Fontana di Travi. Il suono dell’acqua che scroscia sul marmo della fontana farà da sottofondo alle voci e alle note degli strumenti musicali.
www.rusrome.ru/main_it

Pubblicato il: 28-10-2019

Categorie: News | Tag: Tags: , , ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti