Wetzlar, la città che fece innamorare Goethe

Lo scrittore tedesco soffrì qui per l’amore non ricambiato da Lotte. Il romanticismo delle case a graticcio e l’atmosfera incantata del vicino castello di Braunfels

Testo e foto: TiDPress

Castello di Braunfels

Castello di Braunfels

Wetzlar – Le travi di alcune case a graticcio della cittadina di Wetzlar nel Land dell’Assia raccontano delle storie: ‘qui ci fu un incendio’, recita una. Altre invocano la protezione dal cielo: ‘questa casa è affidata alle mani di Dio affinché la protegga’, parole accompagnate da un bel disegno di un sole dorato. Così, la passeggiata consigliata attraverso le piccole vie del centro storico è quella con il naso all’insù. La riscoperta dei ‘Fachwerke’, questo il nome del particolare stile architettonico tedesco con cui si costruivano gli edifici con le travi di legno di supporto a vista, è una tendenza che sta attraversando negli ultimi anni tutta la Germania. Le facciate intonacate delle case sono raschiate e l’antica struttura di legno rimessa in evidenza. La piacevole conseguenza è che anche cittadine un tempo più anonime risplendono di nuovi colori e sono tutte da visitare. Wetzlar è stata comunque sempre una città importante, sia come sede un tempo del Tribunale Camerale del Sacro Romano Impero, sia per la presenza della fabbrica delle mitica macchina fotografica Leica che, soprattutto, per l’incontro tra Goethe e Charlotte Buff che diventerà poi Lotte nel romanzo epistolare ‘I dolori del giovane Werther’. I due si incontrano a un ballo, ma Charlotte è fidanzata e il grande scrittore tedesco abbandona questa città proprio nel momento in cui la ragazza gli conferma di essere innamorata del futuro marito. Il resto lo fa la fantasia: Goethe è troppo importante per ricamare intorno alla sua vita, ma le donne gli piacevano molto e quei sentimenti, così struggenti da cambiare la vita di chi li prova, sono qualcosa che fa sognare tutti ancora oggi.

Wetzlar

Wetzlar

A Wetzlar la dimensione tranquilla della piccola città offre piacevoli occasioni per fare una sosta in una tipica ‘Konditorei’, le pasticcerie-caffè dove accomodarsi su poltroncine di velluto e scegliere dal bancone una delle tanti dolci delizie esposte. Ristoranti o birrerie si affacciano sulla piazza principale dove troneggia la cattedrale, mentre il ponte sul fiume Lahn regala una bella visuale sull’insieme della città e ne sottolinea il suo naturale romanticismo. Anche i dintorni della città riservano gradevoli sorprese come il castello di Braunfels che dall’alto di una roccia appuntita svetta con le sue torri come l’illustrazione di un libro di fiabe. Si tratta di una dimora privata che è però possibile visitare. È affiancato da un paesino che ne ricalca lo stile fantastico con negozietti e locali che invitano a passeggiare senza pensieri godendo l’atmosfera.
Informazioni utili:
www.wetzlar.de/tourismus
www.braunfels.de

 

Pubblicato il 02-08-2019

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: , ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti