La natura ci ispira

Al Festival del Verde e del Paesaggio (Roma, Auditorium Parco della Musica) per respirare l’aria pura di un bosco austriaco, ammirare creazioni legate alla natura e tanti, bellissimi fiori

Testo: Elvira D’Ippoliti,   Foto: Valerio Magini

Foto Valerio Magini

Foto Valerio Magini

Roma – Natura fa rima con creatività. Il Festival del Verde e del Paesaggio 2019 che si è svolto nei giardini dell’Auditorium Parco della Musica non si è limitato a esporre fiori e piante esteticamente perfetti o specie vegetali particolari e introvabili, insieme a proposte per l’arredamento outdoor, ma ha sottolineato come nel verde e nel paesaggio non si trovi solo la soluzione per una vita più gradevole e un respiro più puro, ma che senza alberi, prati e fiori gli esseri umani rischiano di inaridirsi anche dal punto di vista artistico. Difficile incontrare tutti insieme tanti espositori che offrono merce originale, dietro alla cui realizzazione si cela un concetto fondamentale: siamo parte della natura e con lei dobbiamo recuperare un dialogo profondo. Una passeggiata nei giardini pensili dell’Auditorium durante i tre giorni di festival si è così trasformata in una scoperta entusiasmante: i fiori o le erbe aromatiche che piantiamo sul balcone non ci allieteranno solo con colori e profumi, ma stimoleranno la nostra creatività. Gioielli realizzati con le spezie, sculture e oggetti di decoro creati con materiali riciclati nei quali domina il legno, ingegnosi cubi che si trasformano in colorate sedute o lampade in cartone ecosostenibile: la creatività legata alla natura non conosce veramente limiti.

Airship.03   Foto: Valerio Magini

Airship.03  Foto: Valerio Magini

Il tema di questa IX edizione del festival è stato il respiro. L’Ente del Turismo Austriaco ha creato per l’occasione una fontana d’aria, l’Airship.03, dove il grande protagonista è l’olfatto. Tutto ciò che profuma di buono è racchiuso in questa sorta di tenda circolare, schermata da pannelli che riflettono la luce del sole e al cui interno sono stati piantati degli alberi provenienti dalla Carinzia, la regione più a Sud dell’Austria. Alcuni ventilatori posizionati sul soffitto muovono l’aria e quello che si respira è il puro piacere di trovarsi in un bosco fitto in una giornata d’estate. I trucioli di pino cembro raccolti su due vassoi e il muschio aggiungono un profumo che risveglia una sensazione di piacevolezza di cui non abbiamo forse memoria cosciente, ma che ci indica la strada per il benessere. L’Airship.03 è pensato anche come ‘zona fresca’ da installare in città inquinate, ma per non perdere di vista la potenziale ispirazione creativa della natura, forse è meglio immaginarlo come un atelier dei nostri tempi che, regala idee all’artista che è in ognuno di noi, lo invita a creare e a vivere meglio.
Informazioni utili:
www.festivaldelverdeedelpaesaggio.it

Lo slogan di Austria Turismo “Arrivare e rinascere” racchiude un concetto fondamentale per una vacanza realmente rigenerante: il respiro. Respirando l’aria pura dei boschi è il primo passo per liberarsi dallo stress e provare una profonda sensazione di benessere. Non servono istruzioni particolari per godersi appieno un breath.time in Austria: basta respirare www.austria.info/it/breathe-time

 

Pubblicato il 14-05-2019

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti