Tutta l’arte della Svizzera

Testo e foto: TiDPress

Zurigo-TiDPress (1)

Zurigo

Andare in Svizzera e scoprire l’arte. Zurigo, Basilea, Lugano sono tre città che hanno molto da offrire ai visitatori: architetture incantate, panorami, laghi e fiumi, ma che sono anche sempre più proiettate in un presente artistico ricco di spunti, di progetti e di emozioni. Zurigo non è certo nuova nell’ospitare movimenti artistici visto che qui 100 anni fa è nato il Dadaismo. Nella piccola Spiegelgasse in pieno centro storico e a pochi passi dal duomo, il Grossmünster, Hugo Ball e la futura moglie Emmy Hennings fondarono nel 1916 il Cabaret Voltaire. I festeggiamenti di questo centenario sono una buona occasione per scoprire un luogo molto particolare: caffetteria, piccolo museo e anche teatro. Nel Cabaret Voltaire l’atmosfera artistica e ludica del Dadaismo è ancora presente. Tra le tante esperienze da vivere a Zurigo, è una di quelle da mettere in agenda. Agenda che in fatto di arte quest’anno a Zurigo è particolarmente ricca di eventi da appuntare. La Biennale d’arte contemporanea “Manifesta” è ospitata quest’anno (undicesima edizione) da Zurigo. Dall’11 giugno e fino al 18 settembre e sotto il titolo “What People do for Money: Some Joint Venture” gli artisti andranno a curiosare tra i più disparati mestieri (come quello dello chef ad esempio) per ispirarsi, creare le proprie opere ed esporle anche nei luoghi stessi del lavoro che hanno per così dire interpretato. Una piattaforma galleggiante sul Lago di Zurigo, il “Pavillon de Reflections” con un enorme schermo a LED sarà tribuna privilegiata per lo spettatore e, secondo la tradizione zurighese estiva, stabilimento balneare.

Basilea

Basilea

Se Zurigo si conferma frizzante e piena di idee e di progetti, Basilea risponde calcando la sua tradizione di città di riferimento per l’arte contemporanea in Svizzera: il 17 e il 18 aprile con un Grand Opening sarà riaperto il Kunstmuseum. I restauri sono durati un anno e per l’occasione sarà inaugurata anche la nuova sede di fronte a quella storica. Questo nuovo edificio è stato progettato dagli architetti Christ & Gantenbein. Con il Grand Opening a Basilea sarà possibile visitare anche la mostra “Sculture on the Move 1946 – 2016”: un’importante raccolta di sculture che ne testimonia l’evoluzione. Altro punto di forza dell’artistica Basilea è la Fondazione Beyeler: un bellissimo museo progettato da Renzo Piano e immerso nella natura. Qui a settembre e fino a gennaio 2017 ci sarà la mostra “Kandinskij, Marc & Der Blaue Reiter” dedicata a uno dei capitoli artistici più affascinanti della modernità, l’Almanacco di Vasilij Kandinskij e Franz Marc detto appunto “il cavaliere blu”. Dal 16 al 19 giugno si terrà invece Art Basel, l’importante fiera d’arte di alta qualità.

L’avveniristico e scenografico centro culturale LAC di Lugano è aperto a tutte le forme d’arte. I visitatori sono accolti in una grande hall che è anche un’enorme finestra affacciata da una parte sull’architettura della nuova piazza Bernardino Luini e dall’altra sulla maestosità della natura e del Lago di Lugano: una valida ragione in più per visitare la città del Ticino e scoprirne anche dal punto di vista artistico la vocazione come crocevia tra Nord e Sud.

Zurigo

Zurigo

 

Informazioni utili:

Molte altre città oltre a Zurigo, Basilea e Lugano custodiscono al loro interno importanti contenitori d’arte. A Berna si trova l’imperdibile Centro Paul Klee. A Ginevra un’ex centrale idroelettrica al centro del Rodano è stata trasformata nel centro culturale “Forces Motrices”. A Lucerna ha sede il “KKL”, il centro d’arte e congressi affacciato sul Lago dei Quattro Cantoni. La nuova associazione “Art Museum of Switzerland – AMOS” raggruppa gli 11 musei più importanti d’arte moderna e contemporanea.
www.svizzera.it
info@myswitzerland.com
Numero verde: 800 100 200 30

Pubblicato il: 03-04-2016

Categorie: News | Tag: Tags: , , ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti