Svizzera: aggiornare il proprio inverno ed emozionarsi sulla neve

Testo e foto: TiDPress

Engadina-Foto-Elvira-Dippoliti-5Essere aggiornati nell’era degli smartphone è una necessità. La Svizzera propone una simile modalità di “upgrade” applicata alle vacanze invernali. Informarsi, aggiornarsi, cercare tra le tante offerte dove trascorrere entusiasmanti vacanze sulle neve: la Svizzera è per tradizione la patria degli sport invernali e da 150 anni, da quando a St. Moritz cominciò la moda delle vacanze sulla neve, non sta mai ferma. L’invito è di lasciarsi coinvolgere da questo entusiasmo invernale provando ad esempio l’offerta “sport su misura” che permette di sciare per la prima volta (o di riprendere a sciare) insieme a un istruttore. Nel pacchetto è inclusa tutta l’attrezzatura: basta solo scegliere la località, prenotare e scivolare via. Un mini corso di tre giorni promette ai principianti di percorrere divertendosi una pista blu. E se questo non dovesse accadere, il corso si può ripetere per altri tre giorni gratuitamente. Chi proprio non desidera mettersi gli sci ai piedi, può provare l’ebbrezza di una discesa in slittino. Quella di Jaun (Friburgo) è lunga 6000 metri e attraversa boschi e paesaggi da favola coperti di neve. La salita si effettua con una seggiovia. Per i più romantici c’è la discesa notturna che parte da Les Mazots (Les Diablerets, Regione del Lago di Ginevra): si scende in tutta sicurezza muniti di torcia lungo il fianco della montagna.

Aggiornando il proprio telefonino con svizzeramobile.ch si potrà scegliere tra più di 150 percorsi quello giusto per emozionarsi con le racchette da neve ai piedi. Camminare sopra un morbido strato di neve è un’esperienza emozionante che avvicina alla bellezza incontaminata dei paesaggi invernali. Sulla neve fresca a volte si intravedono le orme di qualche animale che prima degli umani si è goduto il panorama. Cristalli di ghiaccio pendono dai rami come decorazioni di un raffinato design e nel silenzio lo scricchiolio della neve è il sottofondo ideale per rasserenare i pensieri. Per chi indossa le racchette da neve per la prima volta è consigliabile evitare percorsi faticosi, in discesa per esempio, salendo con la ferrovia di montagna fino alla cima del Charmey (distretto della Gruyère) per poi raggiungere in “scivolata” la stazione intermedia.

Informazioni utili:

www.myswitzerland.com

Pubblicato il: 07-12-2017

Categorie: News | Tag: Tags:

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti