Ticino segreto

Nella corte di Castelgrande si respira un’atmosfera minacciosa d’attesa, come nella fortezza del Deserto dei Tartari

Foto: Elvira D’Ippoliti

Bellinzona – C’è un punto nella corte occidentale di Castelgrande, dove la storia prende il sopravvento sul presente. Lasciate alle spalle le due torri, la bianca e la nera ed il loro “cipiglio” minaccioso, impresso alle mura dai costruttori comaschi del tredicesimo secolo con l’apertura di due occhi-finestre proprio sotto al tetto, si cammina in direzione del fiume Ticino. La città è sotto ed intorno al castello, ma da quella prospettiva di costruzioni moderne se ne vedono solo una manciata.

Pubblicato il 22-02-2016

Categorie: Foto racconti | Tags: ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti