Sapori di Salisburgo

Le soste gastronomiche passeggiando per la città: dal ristorante panoramico M32 sul Mönchsberg, alle originali Mozartkugeln di Fürst, al Mozart Dinner Concert al lume di candela

Testi e foto: Elvira D’Ippoliti

Salisburgo

Salisburgo

Zum Eulenspiegel

Zum Eulenspiegel

Salisburgo – Scoprire il lato gustoso della città è semplice: basta dedicare a un ristorante o a una caffetteria una della pause prima colazione/pranzo/merenda della giornata. La bontà e la varietà dell’offerta gastronomica sono la piacevole parentesi che racchiude un soggiorno nella città di Mozart. Il mattino comincia dall’alto: una prima colazione con vista e un ricco menù dedicato al pasto, considerato qui il più importante della giornata. Il ristorante M32 sul Mönchsberg, la collina cittadina sulla quale svetta la fortezza Hohensalzburg, il simbolo della città. Il ristorante, aperto anche a pranzo e a cena, ha un apposito menu della prima colazione con delle proposte dolci e salate per cominciare al meglio la scoperta della città.
A metà mattina, anche se la colazione è stata abbondante e nutriente, può esserci un po’ di voglia di dolce. Facile soddisfarla a Salisburgo con uno dei classici cioccolatini tondi, le Mozartkugeln, inventate – a parer loro – dalla ditta Fürst. Di certo c’è il fatto che i loro deliziosi cioccolatini nei quali la forma tonda è dovuta a stratificazioni di pistacchio, marzapane, nougat e in ultimo un bagno di cioccolato sono realizzati uno ad uno a mano. Da lasciare sciogliere in bocca sulla Getreidegasse dove si trova uno dei punti vendita.

Mozartkugeln di Fürst

Mozartkugeln di Fürst

Mozart Dinner Concert

Mozart Dinner Concert

Per il pranzo a Salisburgo rimanendo sulla stessa strada si può scegliere l’esperienza al limite dello spazio-tempo di Zum Eulenspiegel, un locale minuscolo che sembra uscito da un’altra epoca e dove si mangia benissimo e soprattutto con una filosofia contemporanea di leggerezza e a base di ingredienti biologici.

La cosiddetta merenda in Austria è alquanto anticipata rispetto a quella italiana, ma per non avere problema di orario basta scegliere il locale giusto. Come il Café Sacher all’interno dell’omonimo hotel affacciato sul fiume Salzach. Oltre alla indiscussa bontà della vera torta al cioccolato Sacher servita con la panna montata, si gusta l’atmosfera unica fatta di divanetti e sedie imbottite di velluto rosso, tavolini tondi con il ripiano di marmo, i lampadari di cristallo e la perfezione del servizio. Sarà una torta assolutamente indimenticabile.

Si va a Salisburgo anche per immergersi nella sua atmosfera tradizionale e ferma nel tempo. Per questo, rimanendo ancorati al mito del suo illustre cittadino, per la cena si può optare per un classico: il Mozart Dinner Concert. In una bella sala barocca nel cuore del centro storico si vive l’esperienza di una cena di gala a lume di candela mentre si assiste dal vivo all’esecuzione delle più famose arie tratte dalle opere di Mozart. I cantanti sono in costume e i cibi deliziosi.
Infine, per stupirsi del lato forse meno conosciuto di Salisburgo per un dopo cena si sceglie tra una delle tante birrerie della città, dove si conclude la giornata davanti a un boccale di ottima birra artigianale fatta esclusivamente a Salisburgo.

 

Pubblicato il 17-10-2020

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: , ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti







Regioni d’Europa