La calda neve di Leukerbad

Sbuffi di vapore salgono dalle piscine termali e dalle fontane in un villaggio dal sapore antico. Bagnarsi nell’acqua termale in un’atmosfera straordinaria tra misteriosi effetti di luce e suoni musicali celtici,

Testo e foto: TiDPress

Leukerbad-Foto-TiDPress (2)Leukerbad – Vivere la neve immersi nel calore dell’acqua termale. A Leukerbad nel Vallese il panorama fatto di piccoli chalet di legno scuro dal sapore antico “contaminati” da costruzioni più moderne, viene a tratti “ammorbidito” dal vapore che fuoriesce denso dalle piscine termali o da piccole fontane in cui l’acqua si riversa ad alte temperature. Qui il liquido elemento, ricco di proprietà terapeutiche, è amato e rispettato. Una targa affissa all’esterno del Burgerbad, la stazione termale più amata dalle famiglie, ringrazia l’Onnipotente con una supplica: “Fa’ che questa fonte di vita continui a scorrere copiosa e per sempre”. Nelle dieci piscine del Burgerbad il dono divino sgorga dalla sorgente Rossgillu ad alta quota (e cioè a pochi “metri” di distanza) con la considerevole quantità di 300 litri il minuto. Nel Burgerbad i “bagnanti” ne godono i frutti, immersi nelle piscine fumanti oppure, “avventurandosi” giù per i 120 metri di scivolo o nell’ x-tube. Per i “cuccioli”c’è un’apposita piscina bebè.

Vedi anche fotoracconto Leukerbad: sport invernali e acque termali

Alle venti e trenta nelle Lindner Alpenthermen si accolgono gli ospiti che si sono prenotati per la notte “Romano-irlandese”. All’ingresso a ogni aspirante frequentatore delle terme alla maniera dei romani è consegnata una toga. Da qui si andrà a “caccia” dell’atmosfera dell’Impero di duemila anni fa. Un moderno ascensore “guida” gli ospiti avvolti unicamente nel telo della toga fino all’ingresso del bagno. Qui le pareti rosse ricordano il colore tanto in voga a Pompei, mentre i muri delle arcate sono azzurre. Al centro, la piscina alla quale, confondendo un po’ le acque, è stata data la forma del simbolo che in Oriente rappresenta il mistero dell’armonia che in tutti noi oscilla tra Ying e Yang.
Per ritrovare la “rotta” verso i romani, ci si dedica al buffet, che va consumato in “rozzi” piatti di peltro, mentre il vino si sorseggia in ciotoline con il manico. Nel menù sono comprese verdure, datteri all’aceto, maiale in crosta, coscia di pollo alle spezie e formaggio fresco aromatizzato. La cena, nell’atmosfera ovattata, rischiarata dalla luce di decine di candele, è emozionante. I partecipanti si muovono come fluttuando in uno spazio indefinibile dal punto di vista del luogo e del tempo e si fa fatica a ricordare che le vetrate automatiche delle terme, solo pochi minuti prima, avevano chiuso fuori una e vera e propria bufera di neve.
La notte “Romano-irlandese” è ancora lunga e nel dopo cena prevede undici passaggi benessere che tra aria calda, massaggi e peeling, mescolano insieme il caldarium (vapore a 48 gradi) al bagno Yin a 36 gradi alternato a quello Yang a 28.

La mattina dopo ritorno al Burgerbad, “contenitore” di allegri frequentatori. Nell’atrio la fila per la biglietteria: famiglie con bambini anche molto piccoli, che forse si immergeranno nell’acqua per la prima volta. Sulla “terrazza-ingresso”, affacciata sulle piscine esterne, grande viavai sciatori con rumorosi scarponi che si muovono accanto a persone in accappatoio e ciabatte. A pochi metri di distanza la neve continua a fioccare e Leukerbad a risplendere di un fascino antico proiettato nel più attuale scenario vacanziero.

Informazioni utili:

Svizzera
www.svizzeraturismo.ch
Ente del turismo di Leukerbad
www.leukerbad.ch

Aqua Mystica
Bagnarsi nell’acqua termale in un’atmosfera straodinaria: vapori, misteriosi effetti di luce, suoni musicali celtici, cibi e bevande.
www.leukerbad-therme.ch/it

Pubblicato il 29-01-2017

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti