Garda Trentino, aspettando la primavera

Il sole si specchia sul Lago di Garda regalando calore alla vegetazione mediterranea. Nel Parc Hotel Flora sauna privata e una Spa per rilassarsi dopo un percorso in bicicletta sul lungolago

Testo e foto: Elvira D’Ippoliti

1-Riva-del-Garda-Elvira-DippolitiRiva del Garda – Un rigoglioso giardino con tante palme e una vasca con i giochi d’acqua circonda il Parc Hotel Flora. Le alte montagne si stagliano sul blu del cileo. La prima impressione di Riva del Garda: un luogo dove la natura ha una particolare bellezza e luminosità. Siamo ancora in febbraio, dunque in pieno inverno, eppure qui è facile sognare la primavera. Il desiderio di stare all’aria aperta (anche con una temperatura fresca e frizzante) è molto forte, vista la posizione privilegiata sul lago, e poi questo immenso specchio d’acqua riflette i raggi del sole e crea un clima piacevole anche d’inverno. A pochi passi dall’albergo raggiungo il lungolago. Rimango affascinata da un panorama che sembra un fondale di teatro dove si rappresenta una storia fantastica. Le alte montagne prive di costruzioni umane svettano dalle acque del lago in una sorta di doppia fila indiana che lascia però ammirare i singoli elementi. Sapienti nebbie rendono ancora più intrigante l’insieme, mentre una miriade di piccoli riflessi cangianti al centro dell’acqua danza sotto la regia del sole. Molte persone passeggiano o vanno in bicicletta. Il lungolago è attrezzato per entrambe le attività. L’armonia del luogo regala a tutti, cani compresi, una sferzata di energia. Sfrutto questa piacevole ricarica per spingere sui pedali. A un certo punto la pista ciclabile fa delle curve e mi addentro in un giardino: la cura con cui è tenuto il manto verde inondato dal sole è molto piacevole. Dopo un breve tratto sul marciapiede della strada principale raggiungo il centro storico di Riva del Garda.

Ad accogliermi sulla Piazza Garibaldi è il massiccio profilo della Rocca affacciata sul lago. È un edificio dai tratti severi costruito come fortezza e poi trasformato in caserma austroungarica, ingentilito dalla vicina e luminosa presenza del lago. Placida scorre anche la giornata a Riva del Garda tra i suoi edifici di impronta austriaca con i solidi portici, la Torre Apponale del 13mo secolo e le piccole piazze. Rimango a guardare l’acqua zampillare da quattro cannelle adornate da un semplice ghirigoro di ferro della fontana circolare: mi sembra una sintesi della solida e lineare bellezza della città. Mi fermo in un bar della piazza per gustare un caldo krapfen ripieno di marmellata di albicocca e riparto in direzione di Torbole. La presenza del lago mi accompagna lungo la via. La posizione di questo paesino allarga la prospettiva sul Lago di Garda fino a farlo apparire un placido mare. Alcune facciate color pastello di graziosi edifici e la vivacità di una festa dedicata al buonissimo broccolo di Torbole, un gustoso presidio Slow Food, rendono questo paesino particolarmente attraente. Mi lascio alle spalle i tavoli pieni di persone che gustano l’orzotto con il broccolo e mi lascio trasportare idealmente dal forte vento che si è alzato alla scoperta di questo lembo di terra fortunata sulla punta a Nord del Lago di Garda. Nel Garda Trentino si stringono insieme piccole città e paesi sul lago come Riva del Garda e Torbole e altri nell’entroterra come Tenno, Nago, Arco, Drena e Dro e ognuno di essi ha delle storie da raccontare, dei paesaggi da mostrare e delle specialità da offrire condite con l’eccellente olio extravergine di oliva prodotto in tutta la zona.

Nel tardo pomeriggio ritorno in albergo. Dopo il tramonto l’aria si è raffreddata ma mentre osservo sorridendo la facciata dell’edificio illuminata da vivaci cuoricini rossi, pregusto già il calore della sauna privata che ho nella bellissima camera, elegante e funzionale, di cui ho subito apprezzato l’arredamento originale ma misurato. E poi, dopo la sauna ho deciso di fare una lungo sosta rilassante nella Spa, un ambiente incantato che sembra scavato nella roccia e dove il calore è un abbraccio che regala energia e ottimismo.

Informazioni utili:

North Lake Garda Trentino
www.gardatrentino.it

Parc Hotel Flora

www.parchotelflora.it

Trentino Guest Card – tutto il Trentino a portata di mano

La card è offerta dagli alberghi per il periodo del relativo soggiorno o è acquistabile al prezzo di 40 € a persona in formula settimanale presso gli uffici turistici. La Trentino Guest Card comprende la libera circolazione su tutti i trasporti pubblici locali, treni compresi e un ingresso gratuito o scontato in ognuno dei più di 300 servizi tra musei, castelli, parchi naturali e attrazioni. Si possono inoltre degustare i migliori prodotti tipici del territorio direttamente dai produttori ed effettuare degli acquisti con uno sconto del 10%, partecipare gratuitamente a visite guidate e a iniziative legate ai specifici periodi dell’anno.

www.visittrentino.info/trentinoguestcard

 

 

 

Pubblicato il 06-02-2018

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: , ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti