Friuli: l’autunno in agriturismo

Dalla Carnia alla laguna di Grado, i colori dei boschi, dei pascoli e dei vigneti, i profumi del mosto nelle cantine, i sapori dei vini e dei cibi prodotti nelle aziende associate ad Agriturist,

Paolo Gianfelici

Arrivo in Carnia di sera, alla località Fornace sopra Tolmezzo. La strada di montagna è ripida e stretta. Il pulmino si arrampica così veloce sui tornanti che, guardando in basso le luci della vallata, ho l’impressione di decollare a bordo di un aereo. Più avanti le luci spariscono e ci infiliamo nel buio di boschi fittissimi. Dopo pochi chilometri fine della corsa: il chiarore della luna illumina la sagoma di una casa e i pascoli deserti. L’atmosfera nell’agriturismo Fornâs è calda e accogliente. Luca Corradina, erede della casa patriarcale carnica e pescatore appassionato, spiega a tavola le differenze tra la livrea delle trote marmorata e fario, mentre lo chef serve un eccellente salmerino al forno, profumato di erbe di montagna. Il mattino si apre su un panorama arioso e attraente: prati, mucche, malghe e sullo sfondo montagne verdi e rocciose. Non c’è che l’imbarazzo della scelta: inforcare la prima mountain bike disponibile alla Fornâs, andare a piedi in cerca di funghi, fare trekking sulle montagne. La Carnia è il luogo ideale per il turismo attivo e ottimo il rapporto qualità-prezzo alla Fornâs

Tenuta Fernanda Cappello

Tenuta Fernanda Cappello

Nei primi giorni di ottobre qui in Friuli si vendemmiano le uve rosse. Attraversando le provincie di Udine e Pordenone, cerco con lo sguardo gli ultimi grappoli appesi ai tralci dei vigneti. Seduto sotto il pergolato dell’agriturismo Casali Faula a Povoletto si respira un profumo intenso di uva fragola. I piccoli chicchi aspettano di essere raccolti per svelare l’intensità dei profumi e sapori che racchiudono. Entro nella casa per esplorare le piccole stanze da letto. Sono tutte arredate con mobili dell’Ottocento povero. L’atmosfera rurale di un secolo fa è stata ricreata con gusto e fedeltà: così si viveva in campagna in un’epoca in cui le famiglie erano numerose e lo spazio poco. Oggi gli ospiti dell’agriturismo possono sistemarsi più comodamente. Assaggio in cucina un bicchiere di Merlot. Qui si può trascorrere qualche giorno piacevole, toccando con mano la lentezza del buon tempo antico.

L’Agriturismo “Casali del Picchio” a Gagliano, una frazione di Cividale, è l’antica casa per la villeggiatura di una famiglia borghese di una volta. Le camere sono grandi e confortevoli con vista sui vigneti dei Colli Orientali e sulle montagne basse e boscose della Slovenia. I mobili di radica di noce sono dei primi del Novecento. Giuliano Strappolini, ex-funzionario di una grande azienda e, per sua confessione “fantozzianamente insofferente della disciplina”, ha trovato nell’azienda agricola di famiglia la possibilità di manifestare la sua personalità. Sembra esserci riuscito sia nella gestione dell’agriturismo, sia nella produzione di vini eccellenti. Il bianco Colli Orientali del Friuli, Friulano Doc (Tocai) è vinificato come i rossi, secondo il metodo antico, senza separazione delle bucce. Ma il più interessante di tutti è lo Schioppettino, un vero “schioppo” tinto di rosso, che chiude la porta agli altri vini che pretendano di essere bevuti dopo di lui. Giuliano è un buon conversatore e ama parlare fuori dai denti, come pochi produttori. Ai “Casali del Picchio” si possono imparare tante cose sulle uve e sui vini, passeggiando con Giuliano tra i vigneti perfettamente allineati sulla vallata.

Villa Volpe Pasini

Villa Volpe Pasini

Sempre vicino a Cividale, un’affascinante cittadina medievale-longobarda, si trova la villa del 1596 della famiglia Volpe Pasini, trasformata in agriturismo. I Volpe Pasini sono stati i primi produttori della regione ad imbottigliare il vino negli anni trenta. Prima, come tutti, lo vendevano solo nelle damigiane. Oggi i vini dell’azienda ottengono i più prestigiosi riconoscimenti delle guide. Mi affaccio alla finestra della mia camera al piano superiore della villa per annusare un delizioso profumo di mosto. Un vigneto di Ribolla gialla delimita una parte del grande giardino con alberi secolari. Sul lato della strada il muro di cinta è in pietra. Non è molto alto, ma sulla sommità sono stati posti dei piccoli merli, il simbolo della potestà padronale.

L’azienda agricola di Giorgio Colutta a Manzano (Udine) produce bianchi (Friulano, Pinot grigio Ribolla gialla, Picolit), spumanti (Prosecco, Ribolla gialla spumante) e rossi (Refosco, Schioppettino ecc.), ma anche delicate e profumate gelatine di vino. Ai piani superiori l’azienda ospita un ampio agriturismo. Ottimo il buffet freddo per una merenda che accompagna la degustazione dei vini: prosciutto cotto in crosta, prosciutto del Carso tagliato grosso, prosciutto di San Daniele, il “formadi frant” (formaggio frantumato) della tradizione, composto da diversi formaggi freschi e stagionati sbriciolati e conditi con erba cipollina, semi di finocchio, peperoncino ecc. Il sapore è forte, dolce e piccante nello stesso tempo. Per il “formasi frant” è stato istituito un Presìdio Slow Food per far conoscere ed incentivare questa produzione di un cibo friulano antico, quando gli inverni erano lunghi, nevosi, i villaggi a lungo isolati e forte la necessita di conservare a lungo gli alimenti.

Tenuta Fernanda Cappello

Tenuta Fernanda Cappello

Come il prosciutto affumicato di Sauris o lo speck che guarnisce l’orzo perlato con la zucca che assaggio nell’Azienda agricola Zaglia a Precenicco (Udine). O il cotechino con la polenta, l’anatra al forno e il “frico” (formaggio Montasi di diverse stagionature con patate e cipolla). Chiude la cena il Verduzzo, un autoctono friulano dolce-tannico. Pernottamento nella vicinissima Azienda Agricola Isola Augusta a Palazzolo dello Stella, vicino a Latisana. Sulle porte degli appartamenti, ricavati nei casali ristrutturati, non ci sono numeri, ma nomi di vini. Dalla finestra al secondo piano del “Sauvignon” la vista si perde sopra i vigneti della pianura digradante verso la laguna di Grado.

Il mio viaggio attraverso le aziende agrituristiche del Friuli è partito dalle montagne della Carnia e finisce vicino alle rive del mare Adriatico. Con una appendice enologica finale di alto livello nella provincia di Pordenone. La Tenuta Fernanda Cappello a Sequals non offre ospitalità per il pernottamento, ma degustazione di vini (e cibi) ottimi in una grande sala con vista sui vigneti e le Prealpi sullo sfondo. Ho assaggiato un eccellente spumante Prosecco Doc delicato, fresco.

Mi congedo dal Friuli davanti alle piante di rose bianche e rosse che aprono i filari dell’uva Refosco dal peduncolo rosso. Quei cespugli sono un semplice abbellimento del vigneto o hanno una funzione agronomo-enologica? Non so dare una risposta immediata, ma trovo che donano una grazia particolare ai vigneti e un’armonia al territorio.

Agriturismo  Fornâs

Agriturismo Fornâs

Info:

Agriturismo Fornâs

Località Fornace di Tolmezzo (Udine)
www.agriturismofornas.it
 
Casali Faula
località Ravosa- Povoletto (Udine)
www.faula.com
 
 
Agriturismo Casali del Picchio
Gagliano, frazione di Cividale del Friuli
casalidelpicchio@virgilio.it
 
L’Uva e la Stelle è un piccolo borgo antico con case di pietra e una chiesetta del Settecento.
Offre sistemazioni molto diverse: da appartamentini a grandi appartamenti su due piani lussuosamente arredati.
La posizione è molto bella: colline boscose alle spalle del borgo, davanti, in basso i vigneti, in alto, di notte, il cielo stellato sopra la pianura friulana.
Colloredo di Soffumbergo – Faedis (Udine)
www.luvaelestelle.it
 
Casa Shangri-La è un complesso agrituristico e sportivo con sei camere ed una grande piscina.
L’azienda agricola è coltivata quasi interamente a vigneti che appartengono alla denominazione Friuli grave e Colli Orientali del Friuli.
San Giovanni al Natisone (Udine)
www.casashangrila.it
 
Azienda agricola Volpe Pasini
Togliano di Torreano (Udine)
www.volpepasini.it
 
Azienda agricola Bandut di Giorgio Colutta
Manzano (Udine)
www.colutta.it
 
Azienda Agricola Perusini
Gramogliano – Corno di Rosazzo (Udine)
www.perusini.com
E’ situata nei Colli Orientali del Friuli: L’agriturismo offre ospitalità negli appartamenti, alcuni in casette appartate immerse nel verde dei boschi, restaurati, arredati con mobili antichi e con vista sul paesaggio collinare.
 
Azienda Agricola Foffani
Clauiano – Trivignano Udinese (Udine)
www.foffani.it
La casa padronale si affaccia sulla piazza del borgo medioevale di Clauiano, esempio di architettura pre-veneziana in Friuli e ospita al piano superiore un agriturismo. Sul retro uno splendido parco antico che porta al vigneto e alla campagna.
 
Azienda agricola Zaglia
Precenicco (Udine)
www.zaglia.com
 
Azienda Agricola Isola Augusta
Palazzolo dello Stella (Udine)
www.isolaugusta.com
 
Tenuta Fernanda Cappello
Sequals (Pordenone)
www.fernandacappello.it
 
 

 

Pubblicato il 06-11-2013

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti