La Dimora del Ghirlandaio: l’armonia tra storia, arte e natura

Vivere un’esperienza indimenticabile nella dimora agreste del grande artista del Rinascimento. Le splendide vedute dalle camere su Firenze, gli uliveti e le colline del Chianti

Brunella Marcelli

Dimora del Ghirlandaio

Dimora Ghirlandaio

Dimora del Ghirlandaio

Dimora Ghirlandaio

Impruneta – La Dimora Ghirlandaio (Villas Resort) è un luogo incantevole nel Comune di Impruneta, distante appena 15 minuti da Firenze, alle porte del Chianti fiorentino. Ricorda il “luogo ameno” del Decameron, dove l’allegra brigata si ritirò per dimenticare gli affanni della peste. In questa residenza il visitatore può fare esperienza di una perfetta armonia tra storia, arte e natura.
Immersa nelle colline toscane e circondata da trenta ettari di vigneti, oliveti, boschi e da un lago, la Dimora permette di rivivere l’eleganza degli antichi fasti rinascimentali.  Tra il Quattrocento e il Cinquecento fu proprietà della famiglia di Domenico Bigordi, detto il Ghirlandaio (1449- 1494), artista tra i più importanti della sua epoca e pittore di due scene a fresco nel ciclo ideato per le pareti della Cappella Sistina.

Nella Cappellina dedicata alla Visitazione della Beata Maria Vergine, vero cuore pulsante della Dimora Ghirlandaio, si ammirano i pregevoli affreschi del figlio di Domenico, Ridolfo. L’anima  rinascimentale di questo luogo è fatta di bellezza e amore. Qui sono passati Raffaello, Pontormo, Botticelli. Tutto è impregnato di un passato mitico.
Quell’amore per la storia e il territorio che ha portato gli attuali proprietari, la famiglia Cecchi, a restaurare e far rinascere l’antica dimora. Un restauro conservativo volto a mantenere l’unitarietà del complesso con lo scopo di accogliere ospiti, in viaggio in Toscana, desiderosi di cogliere il perfetto equilibrio tra la bellezza artistica e il meraviglioso paesaggio circostante.

Dimora-del-Ghirlandaio (3)Dimora-del-Ghirlandaio (1)L’edificio centrale della Dimora è la Villa, da cui si godono panorami mozzafiato. In lontananza, si vede Firenze con l’iconica cupola del Brunelleschi. Nei sotterranei della Villa, con pareti a pietra e volte originali, si trova la SPA punto di partenza di un percorso di benessere culminante nelle piscine: il fontanone, anche vasca ornamentale, e la piscina collocata tra ulivi e alberi da frutta. In contiguità con la Villa è la Fattoria, parte integrante del nucleo originario della proprietà ghirlandesca. Staccati dal nucleo centrale sono il Frantoio, la Bottega, lo Studio, la Limonaia e la Locanda. Quest’ultima, collocata nell’antico fienile, ospita oggi il ristorante che utilizza i prodotti del proprio orto. Da menzionare l’olio d’oliva IGP, di propria produzione, certificato da Slow Food Italia.

Gli alloggi comprendono 19 camere doppie e una camera singola, distribuiti nei primi cinque edifici. Le camere hanno bagni sontuosi in marmo con docce e vasche da bagno e sono dotate di tutti i comfort e accessori. Le finiture di pregio sono state realizzate da maestranze custodi di antiche tecniche costruttive. Tutti gli alloggi godono di splendide vedute: Firenze in lontananza, le colline, il parco, scorci di verde belli come dipinti. Svegliarsi in questo luogo dona pace all’anima. Così come passeggiare nel parco, altro capolavoro, questa volta naturale, oggetto di un attento recupero. Colpisce lo sguardo la costruzione di diverse tonalità di verde, anche questa in perfetto equilibrio tra la spontaneità della natura e l’arte.

Dimora Ghirlandaio
Via di Colle Ramole, 59
50023 Impruneta – Firenze – Italia
tel. +39 055 237450 www.dimoraghirlandaio.it

 

 

Pubblicato il 02-09-2020

Categorie: Racconti di viaggio | Tags:

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti







Regioni d’Europa