Arcipelago di Hyères (Îles d’Or): tramonti dorati a Port-Cros

Un lembo di terra ricoperto da una fitta vegetazione e solcato da sentieri che portano a spiagge di sabbia bianca finissima

Elvira D’Ippoliti

Hyeres-Port-Cros-Paolo-Gianfelici-14Hyères – La spiaggia Sud di Port-Cros è una nicchia di soffice sabbia bianca , dove ammirare il tramonto dorato che ogni giorno il sole mette in scena unicamente a beneficio di quest’isola, dell’arcipelago di Hyeres e dei suoi ospiti. Per raggiungere la spiaggia si cammina lungo un sentiero che a tratti svela un panorama incantato sul mare. Si è immersi in una natura selvaggia. L’obiettivo dell’autorità del Parco Nazionale è quello di lasciare che alberi, arbusti e animali siano liberi di esprimersi. “Noi ci limitiamo a tenere puliti i sentieri”, mi spiega Alexandre Terreau della Maison du Parc, “il resto della vegetazione nei nostri intenti dovrebbe assumere l’aspetto che poteva avere migliaia di anni fa”. Senza andare così indietro nel tempo a “Le Manoir” che è l’unico albergo dell’isola si gusta l’ospitalità un po’ retro di Pierre Buffet, un giovane ottantenne che sa creare l’atmosfera giusta affinché la sua casa dall’inconfondibile intonaco bianco con il giardino affacciato sul mare sia il posto giusto dove trascorrere belle giornate nella tranquillità e bellezza di Port-Cros.

Fotoracconto di Terre d’Europa: Port-Cros

Una coppia di asini si muove in uno spazio delimitato da un filo elettrico, vicino alla piscina, nascosta da una fitta vegetazione. Mi siedo su una sdraio di legno a disposizione degli ospiti e guardo il cielo. Port-Cros è immensa da questa prospettiva e la sua grandezza sta nell’incanto che riesce a creare. Tranquilla ma non isolata, è un lembo di terra baciata da un mare bellissimo che sfoggia un’incredibile tonalità di azzurro con disinvoltura , perché sa bene che a miscelare in questo modo un colore unico al mondo è e rimarrà soltanto lui. Da questa parte del giardino, dove è anche possibile fare la prima colazione seduti su delle sedie turchesi con tavoli dello stesso colore, il mare non si vede, ma dalla parte panoramica dove si serve la cena, i piatti sono accompagnati di volta in volta da sfumature d’oro che rimbalzano al tramonto sull’acqua, esaltano la presenza delle barche e rendono spettacolare l’atmosfera a tavola.

Davanti al porticciolo di Port Cros si trovano una manciata di locali dove poter prendere l’aperitivo o provare come nel ristorante “La Trinquette” la semplice e gustosa cucina provenzale di pesce. I piatti serviti, zuppa di pesce e pesce arrosto, sono per appetiti robusti e già soltanto l’antipasto fatto di minuscoli gamberetti fritti ne dà un assaggio. La vita a Port Cros è meravigliosamente tutta qui. Passeggiate sui sentieri nella natura, piccole spiagge tranquille, un albergo tradizionale e fieramente semplice, una chiesetta e alcuni ristoranti davanti al porto, dove arrivano e partono i traghetti circondati da piccole barche ferme che sembrano bambini galleggianti che hanno interrotto i loro giochi per guardare ciò che a loro sembra un gran movimento. Non è difficile arrivare qui, bensì andarsene portando con sé i propri ricordi  che si desidera diventino presto di nuovo realtà.

Informazioni utili:

Atout France        www.france.fr

Office de Tourisme Hyères   www.hyeres-tourisme.com

www.hotel-lemanoirportcros.com

 

Pubblicato il 04-08-2019

Categorie: Racconti di viaggio | Tags: , , ,

Riproduzione riservata © Copyright TidPress per Terre d’Europa.
Video Racconti
Foto racconti